L’ingresso in C.T.A. avviene su proposta del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASP del territorio di residenza del paziente che, dopo aver concordato con la CTA i tempi e le modalità, rilascia l’impegnativa di ricovero. Il ricovero viene autorizzato di norma per un periodo di sei mesi prorogabile successivamente in relazione ai risultati conseguiti ed alle necessità riscontrate. L’ammissione è preceduta da un colloquio con l’equipe psico-medica della C.T.A., che raccoglie l’anamnesi, definisce la terapia psico-farmacologica ed elabora il Piano Terapeutico Riabilitativo Personalizzato.
La giornata inizia alle ore 07.30 con l’igiene personale. Dalle 08.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30 si svolgono le attività riabilitative-ricreative interne ed esterne previste per il raggiungimento degli obiettivi prefissati dal PTRP.
Al momento dell’ingresso in Comunità viene redatta la cartella clinica individuale, comprendente una parte anagrafica, l’anamnesi, l’esame obiettivo generale e psichico, l’esame psicologico, la scheda pedagogica e sociale. La cartella clinica viene implementata dagli esami psicodiagnostici, dagli esami di laboratorio e strumentali effettuati periodicamente. e da visite specialistiche ove necessario. La cartella clinica può essere ritirata dal richiedente o da persona fornita di delega.
Durante la degenza, gli ospiti hanno facoltà di uscire dalla struttura, liberamente o accompagnati dagli operatori - salvo limitazioni imposte dall’Autorità Giudiziaria in caso di soggetti sottoposti a misure di sicurezza- per mantenere e sviluppare adeguate competenze relazionali e di socializzazione. Gli ospiti possono altresì concordare con l'equipe psico-medica dei rientri in famiglia così da mantenere il legame affettivo con i familiari utile alla propria stabilità emotiva e al percorso di cura.
Il Responsabile Sanitario, nel caso in cui dovesse riscontrare la necessità di proseguire il trattamento riabilitativo, informa il Dipartimento di salute mentale di appartenenza sulle condizioni cliniche del paziente chiedendone la proroga del ricovero.
Le dimissioni sono notificate entro cinque giorni sia al Dipartimento di salute mentale di Catania che al Dipartimento di salute mentale del territorio di residenza del soggetto dimesso.
Il servizio di cucina, è assicurato da una ditta esterna qualificata, tenendo conto delle diete personalizzate in base alle esigenze sanitarie e dietologiche dei singoli.
I pasti sono serviti nella sala pranzo ai seguenti orari:
alle ore 8,00 la prima colazione
alle ore 12,45 il pranzo
alle ore 18,45 la cena
Sono possibili tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle 15.00 alle 19.30.